martedì 17 gennaio 2006

L'umanità si squaglierà?

Leggo su Repubblica la previsione del guru del clima James Lovelock, pubblicata sull'Independent.

In poche parole: non possiamo più fermare il riscaldamento globale, neppure usando il deodorante stick invece dello spray, e in questo secolo ci saranno miliardi (miliardi, avete letto bene (miliardi, ora basta, convincetevi e andiamo avanti)) di morti. Per il riscaldamento globale, intendo.

La sua proposta è di salvare il salvabile, e di creare una sorta di "testo sacro" della cultura irrinunciabile che permetta ai sopravvissuti di sopravvivere ancora, cosa nella quale saranno nel frattempo divenuti imbattibili, o di lasciare comunque una traccia del nostro passaggio. Informazioni essenziali come la posizione della Terra nel Sistema solare, il fatto che i virus fanno male alla salute, la programmazione dei Simpson e la ricetta della maionese.

L'unica regione abitabile, però, sarà l'Artico. Sappiamo già - quindi - chi popolerà la Terra post-disastro: miliardari, norvegesi, orsi e pinguini. Non so voi, io preferisco estinguermi.

PS: evitate gli investimenti a lungo termine. E comprate della crema solare.

Nessun commento: