giovedì 9 febbraio 2006

Blogether1



Perché dovrei fidarmi di te?


Tutti vogliono capire come funziona il potere. Perché accettiamo di avere un presidente o un re o un capo di partito. Perché accettiamo che qualcuno decida in qualche Palazzo.

Ma nessuno si interroga sugli attraversamenti pedonali. O sugli uffici postali. Insomma, sui piccoli sistemi.

Faccio un esempio: un attraversamento pedonale su una strada poco trafficata. Per qualche motivo, il rosso dura troppo, magari è rotto e il verde non arriva mai. I pedoni aspettano, sbuffano, si spazientiscono. Uno di loro, una sorta di leader, decide di attraversare comunque.
Possono succedere due cose: gli altri lo seguono o non lo seguono. Poiché stanno facendo qualcosa di non previsto o non permesso, è chiaro che accordano al "leader" qualche specie di autorità superiore alle regole o di affidabilità secondo certi canoni.

Chiedetevi: se ad attraversare per primo fosse un senzatetto con un cane lo seguireste? E se fosse un uomo d'affari? Se fosse un anziano? O un bambino?

Chiedetevi perché seguireste l'uno o l'altro. Quello che è evidente è che dove le regole convenzionali si inceppano emergono dei rapporti di autorità sotterranei. Insomma, ci autoorganizziamo.

Lo so che questo non faceva ridere, ma capita.

Leggete un'altra riflessione sull'argomento su questo blog.


NB: questo è un esperimento di blogethering.

1 commento:

Prezzolato ha detto...

Strada poco trafficata --> semaforo pedonale rosso ---> non passano macchine ---> qualcuno attraversa, altri no.

Il primo a farlo è quello che ha più fretta, o forse non riconosce l'autorità assoluta del semaforo, ma solo la sua funzione in caso di necessità.

Sembra OT, ma non lo è.

to be continued