lunedì 20 febbraio 2006

Roberto contro tutti


Se Calderoli se ne esce con quella bella magliettina, è l'Italia che lo fa o solo un dentista di Bergamo?

Essendosi che Calderoli è (era!) un ministro, il senso comune direbbe che è la posizione italiana. I suoi compagni di viaggio, nell'atto di scaricarlo, hanno chiarito che le sue posizioni sono personali. Che il governo non c'entra. Che Calderoli è "fatto così".

A me questa cosa delle opinioni personali sta un po' sullo stomaco. Sembrano tutti anti-supereroi che combattono guerre personali, poi si mettono il doppiopetto blu e tornano rappresentanti del Paese.

Roberto contro gli islamici.

Silvio contro gli arabi.

Tremonti contro i cinesi.

A quanto pare le cazzate per uso personale sono depenalizzate.

1 commento:

Beppe da Novara ha detto...

Notizie sul tuo blog personale sono giunte fin quassù, in questa triste, grigia (o verde se uno si sente leghista...ma meglio grigia) terra padana, avvolti nella "tragedia" prima del gelo, poi della troppa neve e poi dell'eccessiva siccità (a proposito: ma quale può essere un tempo meteorologico che non faccia elevare al cielo banali lamentazioni?).
Ho letto con attenzione gli interventi e sono molto interessanti, complimenti veramente! non escludo miei prossimi interventi visto che ci sono delle belle provocazioni!
A presto!
Giuseppe da Novara (e quindi puoi capire chi mi ha dato l'indirizzo del tuo blog!)