martedì 4 aprile 2006

AboLista


Chapeau! "Aboliremo l'ICI!", ha detto Berlusconi nell'ultimo confronto TV con Romano Prodi.

A quanto pare non è mai troppo tardi per rilanciare la campagna elettorale con promesse roboanti ed infondate. Ciò considerato, ho deciso di fondare un mio partito, e di vincere con promesse che ancora non sono state prese dagli altri candidati.

Il partito si chiamerà "AboLista", e per la prossima legislatura promettiamo:


- l'abolizione del biglietto dell'autobus: si viaggerà tutti gratis, dovunque. I soldi per finanziare i trasporti li troveremo mangiando meno brioche alla buvette di Montecitorio;

- l'abolizione dei semafori: quanto tempo avete perso davanti a quelle stupide luci? Liberalizziamo gli incroci!

- l'abolizione dell'autunno e dell'inverno, stagioni sulla cui utilità abbiamo grandi dubbi;

- l'abolizione della mancia nei ristoranti;

- l'abolizione del saluto ai vicini e delle conversazioni imbarazzanti in ascensore;

- l'abolizione del raffreddore, dell'influenza e della colite;

- l'abolizione della caduta di capelli;

- l'abolizione del costo della luce e del gas, con la riserva di sospenderne l'erogazione;

- l'abolizione del cambio di mutande: potrete indossare le stesse per il tempo che volete senza che nessuno vi dica nulla.


Vota anche tu l'abolizione!

Contiamo di piazzarci al 54%.

2 commenti:

Davide Dragonetti ha detto...

visti gli altri programmi, capace che vinci...

pasquale ha detto...

mmmm, beh quello di 281 pagine mi sembra abbastanza serio :-D