lunedì 10 luglio 2006

Il Muro di Berlino


Ancora una volta è la nostra difesa che si raccoglie come la corazza di un armadillo intorno al ventre molle della nostra Nazionale. E' così che resistiamo per due ore alla marea francese, alle incursioni del Mercurio sfregiato Ribery, della gazzella svenevole Henry, dell'ariete Zidane. La nostra difesa non perde mai la bussola. Puoi umiliarci l'attacco, bypassarci il centrocampo ma dalla difesa prima o poi devi passare.
E non a caso l'ultimo rigore, il rigore maledetto, il rigore di Baresi, di Roberto Baggio, di Di Biagio, lo batte un difensore, uno di poche parole che si chiama Grosso e che la mette dentro senza forchette, cucchiai e posateria varia.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Alé Italia! E poi, i miei complimenti per c!
Non potevi scegliere una copertina migliore per la tua nuova testata!:-D

Alessandra ha detto...

Alé Italia! E poi, i miei complimenti per c!
Non potevi scegliere una copertina migliore per la tua nuova testata!:-D

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e