venerdì 19 gennaio 2007

Riscaldamento Finale


Siete preoccupati? Io sì. Ieri notte c'erano 15 gradi. Stamattina si suda, ed è Gennaio. L'Europa del Nord è stata spazzata da un uragano con venti sui 150 all'ora (e chi era a Budapest durante la notte di Santo Stefano sa cosa vogliano dire 150 all'ora). L'uragano ha preso il nome di Kyrill, che sembra uno yogurt. Uno yogurt che finora ha fatto 40 morti.

Il clima si sta inquietando: mentre noi discutiamo di macchine ibride e dello spegnere la luce quando usciamo dal salotto, i ghiacciai artici si sciolgono come pare a loro. Abito sul mare, e sono felice di stare al quarto piano. Non vorrei trovarmi sul balcone un orso bianco in cerca di asilo. Ma prima o poi dovrò scendere.

Le generazioni più giovani non possono non sentire la frustrazione: la natura è un avversario più temibile di qualunque terrorismo, perché non possiamo liberare prigionieri per farlo stare buono, e minaccia gli anni che sulla carta sarebbero quelli della nostra vita.

È ancora possibile fare qualcosa? Credo che nessuno lo sappia. Nel dubbio, però, spegnetela quella luce quando uscite dal salotto.

E fatevi un salto qui.

6 commenti:

opini karate ha detto...

okkio agli insetti!

Davide Dragonetti ha detto...

e a rocky

Anonimo ha detto...

telegraficamente: non c'è più niente da fare....prepariamoci a buttare gli sci e comprare i bermuda. Serviranno tutto l'anno. Franz

Vincenzo ha detto...

opini karate

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny